Ricerca

Prospettive didattiche e di ricerca

 

Nell'attività scientifico-didattica di questo curriculum, l'illustre attività di insegnamenti multidisciplinari dell'Ateno romano "Sapienza" si coniuga con le esigenze scientifiche contemporanee che propugnano una sinergia e uno scambio trasversale, trans- e interdisciplinare, in grado di produrre nuovi sensi e nuovi approcci rispetto alle metodologie consolidate di analisi e studio dei "testi della cultura", ivi compresi, e anzi privilegiati, i testi letterari.

Il curriculum in "Studi interculturali", attraverso la didattica e lo studio a livello dottorale, intende dare impulso al dibattito scientifico su temi e spazi della ricerca osservati da prospettive geoculturali e critiche composite. Le proposte seminariali e di indagine individuale, pur muovendo dalle competenze disciplinari specifiche di docenti e discenti, saranno rivolte agli snodi critici compresi nei temi dell'alterità; antropologia della contemporaneità; antropologia letteraria; appartenenza/riconoscibilità; arte e scienza; critica femminista; culture di confine; dislocazione/erranza; geopoetica; imagologia; luoghi e tempi della memoria; poetica e storia della traduzione; studi di genere; studi gay e queer; studi postcoloniali; studi sul corpo e la sensorialità; studi sull'identità; studi sulla traduzione; traduttologia; visual stuides.

In stretta connessione e sinergia - inevitabilmente e fruttuosamente "intertestuale" - con gli altri curricola del Dottorato in Scienze del Testo della "Sapienza", il curriculum in "Studi interculturali" intende insomma promuovere la conoscenza delle dinamiche interculturali non solo in prospettiva interlinguistica, ma anche come fondamento costitutivo (v. Bachtin - "extralocalità") delle occasioni di riflessione che gli spazi della contemporaneità "in movimento" offrono, sia come analisi del presente sia come ricostruzione di processi storici, privilegiando saperi e pratiche che possano approfondire e comprendere gli andamenti di tali confronti.